Lucarda


lucarda-abbigliamento-big


Lucarda

abbigliamento


Entrare da Lucarda, sotto i portici medievali della Ripa Maris, è pensare contemporaneamente al passato, al presente e al futuro. Lucarda è un mito, un punto fermo per i genovesi di ieri, di oggi e di domani. È Giuseppe Lucarda che, arrivato da Schio in Veneto, apre in via XX Settembre un negozio di tessuti, un “bottegone” che avendo sette ingressi veniva detto “da-e sette porte”. Sarà il figlio Giuseppe, imparata l’arte in bottega e di ritorno dalla guerra, ad aprire in Sottoripa, nel 1920, un “negozietto” di abbigliamento da lavoro, per portuali e marinai e sportivo per tutti i Genovesi. Nasce allora il mito Lucarda: i primi jeans a Genova, le famose camicie boxer, i calzoni da uomo di colori sgargianti, i giacconi blu, le coloratissime magliette a barchetta a righe e le mitiche pidocchiere (maglie col collo a lupetto, maniche lunghe, rigorosamente di lana ruvida). E dopo Giuseppe, – o scio Mimmo –morto ultranovantenne nel 1989 sono i figli Sergio, Giorgio e Mirella che continuano a esportare nel mondo il nome e le produzioni Lucarda. Oggi è Michela, figlia del signor Sergio – quello che con in testa il camoglino ha vestito la generazione di De Andrè, ma anche tutti noi che “vestiamo alla genovese” – che, alla quarta generazione, rappresenta “i colori” di Lucarda.


Genova, Via di Sottoripa, 61 R

Tel: +39 010 2476913

Mail: lucarda.genova@libero.it

Web: www.lucarda.com


 

lucarda-abbigliamento-sidebar-top


1920


Il negozio è rimasto quello delle origini: vecchi scaffali, muri a strisce bianche e nere secondo la tradizione genovese e, salite le scale dell’antico palazzo, un vero e proprio scagno con le pareti in legno ancora del precedente negozio, un magazzino di iuta, adornate di cimeli del secolo dei transatlantici.


 

lucarda-abbigliamento-sidebar-bot